DRINK LIST & DRINK COST …LE PROPOSTE DI LIQUORI GORFER

Si può mantenere alta la qualità contenendo i prezzi dei drink? Il controllo della quantità di prodotto utilizzato (Jigger Vs Metal Pour), la sostituzione delle etichette “premium” grazie ad una attenta ricerca di prodotti “artigianali” di nicchia e la velocità di realizzazione dei drink sono sicuramente tra gli elementi più importanti da considerare.

In che modo “Gorfer” può essere un partner interessante nell’ottica di gestire al meglio l’offerta del locale? Ad oggi produciamo più di 60 referenze che spaziano dalla liquoristica tradizionale italiana alla linea mixology, all’interno della quale sono presenti la maggior parte delle basi e specifici prodotti premixati. La scelta di non essere presenti nel canale della distribuzione organizzata ci permette di concentrarci nella ricerca e sulla qualità, quasi maniacale, dei prodotti. Siamo un grande cocktail bar, così ci piace definire la nostra piccola realtà, uno degli ultimi liquorifici artigianali presenti in Emilia Romagna, dove tutti i giorni si fanno i conti con shaker, alcool e aromi, l’unica vera differenza è che i nostri shaker partono dai 100 litri di capacità fino ai 1500 litri. Questa dinamicità e flessibilità ci permette di mettere a disposizione le nostre competenze e le attrezzature a tutti quei professionisti che hanno voglia di sperimentare attraverso prodotti formulati direttamente da loro. Una scelta che, sempre in un’ottica di drink cost e più in generale di posizionamento dell’offerta del proprio locale premia, portando a tagliare il “cordone ombellicale” con le “majors” degli spirits, una tendenza questa sempre più diffusa tra i nuovi bartender. Una scelta che porta alla creazione di drink list che vedono nella rivisitazione dei drink e cocktail tradizionali la loro vera novità, un vento di freschezza che deve caratterizzare l’offerta del locale perché solo la ricerca e la sperimentazione vi possono far emergere rispetto alle proposte low cost presenti sul mercato. Il cliente non compra un cocktail perché ha sete, lo acquista perché spera, attraverso il suo consumo in una location particolare, di ottenere in cambio un’esperienza unica sia questa di carattere sociale o edonistica, ed in quest’ottica di consumo il “prezzo” non è la valutazione primaria che il consumatore compie.

La creazione di drink list che vedono il loro “must” nella rivisitazione dei drink e cocktail internazionali non sempre è una cosa semplice, specie se si vuole personalizzare molto la proposta, ed è per questo che Gorfer, ha deciso di affiancare alla proposta della propria linea di liquori la consulenza per la realizzazione di liquori, partendo da quantità di soli 100 litri, ed oggi grazie alla collaborazione con il noto bartender Charles Flamminio la consulenza per la realizzazione di drink list.

 

I liquori Gorfer sono tutti no ogm e senza glutine.